Andare in vacanza fa bene alla salute

Se proprio non volete farlo per i vostri figli e per la vostra famiglia, che ogni tanto merita qualche giornata in più di relax, fatelo allora perchè lo dovete a voi stessi e al vostro organismo. Andare in vacanza, infatti, e staccare dalla routine quotidiana casa-ufficio (nonostante i mille impegni che vi legano alla sedia), fa bene alla vostra salute, e con la salute, si sa, non c’è tanto da scherzare.

Esiste una conferma scientifica che farà rallegrare, invece, chi senza fare una vacanza (ogni tanto) davvero non può stare: meravigliarsi e stupirsi di fronte a paesaggi incantevoli o luoghi da favola migliora il nostro sistema immunitario. E’ una ricerca della University of California di Berkeley pubblicata sulla rivista Emotion, a condividere questa conclusione dopo aver analizzato i risultati di alcuni esperimenti condotti su circa 200 persone. Ai soggetti coinvolti è stato richiesto di raccontare le esperienze più belle vissute e le emozioni associate a quegli stessi eventi; successivamente è stato prelevato ai partecipanti un campione di liquidi della mucosa orale da cui è emerso che chi aveva vissuto più emozioni positive presentava dei livelli bassi di citochine, un insieme di proteine secrete dal sistema immunitario come risposta ad uno stimolo immunologico. In sostanza, maggiore è il numero di citochine presente nell’organismo più elevato è lo stato d’infiammazione in atto. Le esperienze positive, pertanto, servono a promuovere dei livelli inferiori di citochine confermando un’influenza diretta sul nostro stato di salute. Non solo paesaggi meravigliosi, però, secondo i ricercatori sono numerose le esperienze in vita che possono provocare in noi stupore o meraviglia: l’arte, ad esempio, al pari di una distesa di sabbia bianca o di una montagna innevata può garantire gli stessi benefici di salute.

  • Ricerca di: University of California di Berkeley
  • Pubblicata su: Emotion
  • Conclusione: Vivere esperienze positive può influenzare i livelli di citochine presenti nell’organismo