Fino a quanti anni può vivere l’uomo?

La lotta alla sopravvivenza riguarda tutte le specie viventi, e certo non è da meno quella umana. Il desiderio comune e mai nascosto, infatti, è quello di riuscire a vivere il più a lungo possibile e gli sforzi della ricerca, soprattutto negli ultimi anni, sembrano andare proprio verso questa direzione: trovare l’elisir di lunga vita e consentire alla persone un’esistenza più lunga di quella che il destino ha stabilito per noi.

Gli ultracentenari, da questo punto di vista, rappresentano la ricetta di successo: anziani che riescono a sconfiggere il tempo della morte e vivere più a lungo della media degli individui. Non c’è da sbalordirsi, se poi, alcuni di loro vengano addirittura “studiati” per poter scoprire il segreto di sopravvivenza che è, forse, inscritto nel loro dna.

Vivere più a lungo si può? Lo scopriremo, forse, già nei prossimi anni di studi. Si, ma quanto a lungo potremmo davvero vivere? Fino a quanto possiamo spingere la longevità umana?

A questa domanda hanno cercato di dare una risposta i ricercatori dell’Albert Einstein College of Medicine di New York secondo i quali, basandosi su un’aspettativa media di vita sempre crescente, il limite massimo da poter raggiungere è 115 anni, anche se è possibile ipotizzare, con una probabilità di 1 su 10.000, una vita lunga fino ai 125 anni.

Per giungere a questa conclusione gli scienziati hanno analizzato i dati dello Human Mortality Database, uno studio di mortalità condotto su ben 38 paesi, ma anche l’International Database on Longevity per individuare i soggetti più longevi di sempre. Dalle ricerche analizzate è emerso che la percentuale di persone che vivono fino a 70 anni è in costante aumento, mentre è in declino la percentuale di sopravvivenza degli individui che riescono a raggiungere i 100 anni.

Da qui, quindi, una proiezione plasubile, al netto delle problematiche di salute e delle patologie che potrebbero insorgere nel corso dell’età, di una vita che può raggiungere i 115 anni o, in casi eccezionali, anche i 125 anni ma non di più. Come spiegano i ricercatori: <<I demografi e biologi hanno sostenuto non vi è alcun motivo di pensare che l’aumento in corso nella massima durata della vita finirà presto. Ma i nostri dati suggeriscono che il limite è già stato raggiunto e che questo è accaduto nel 1990>>.

Alcuni anni fa, infatti, la notizia della scomparsa della francese Jeanne Calment fece il giro del mondo. La donna, infatti, con un’età di 122 anni rappresenta, ad oggi, la persona con maggior longevità mai esistita e in grado, seguendo quanto affermano i ricercatori, di raggiungere il limite massimo di vita concesso alla specie umana.