Un pò di sole per ridurre l’obesità

Combattere l’obesità grazie alla luce del sole: non è questa la prima volta che i ricercatori chiamano in causa l’esposizione ai raggi del sole come rimedio ottimale per poter dimagrire. Questa volta lo studio condiviso arriva dalle Università di Edimburgo e Southampton e conferma come una passeggiata sotto al sole possa rallentare in noi lo sviluppo dell’obesità grazie alla sola esposizione ai raggi UV.

E’ l’ossido nitrico a poter determinare un beneficio per la nostra forma fisica, una particolare molecola che viene rilasciata dalla nostra pelle dopo il “contatto” con la luce del sole e che favorisce il nostro metabolismo consentendo al corpo di mantenere un controllo ottimale sul proprio peso. La ricerca pubblicata sulla rivista scientifica Diabetes, evidenzia come i benefici dell’esposizione solare possano risultare considerevoli anche in ottica di prevenzione del diabete di tipo 2, malattia metabolica caratterizzata da livelli di glicemia elevati e la cui causa principale è proprio l’obesità. Lo studio inglese condotto su alcuni roditori ha confermato, infatti, la presenza di indicatori anormali di glicemia nei topi con una minore esposizione al sole rispetto agli altri. Il dottor Richard Weller, autore dello studio, ha confermato l’interesse della ricerca per l’esposizione solare ricordando, comunque, la necessità di doverne bilanciare gli effetti benefici con i rischi di altre malattie degenerative come il cancro alla pelle.

  • Ricerca di: Università di Edimburgo e Southampton
  • Pubblicata su: Diabetes
  • Conclusione: L’esposizione alla luce del sole favorisce il metabolismo e previene il diabete 2
Leggi la ricerca  Il rischio di demenza si riduce bevendo tè!