birra è antidolorifico

La birra è un efficace antidolorifico?

La birra è tra le bevande più amate e consumate a tutte le età (bambini esclusi ovviamente): fedele compagna di serate in allegria, la birra garantisce numerosi benefici di salute e possiede proprietà del tutto sorprendenti.

Non ultima quello di confermarsi un potente antidolorifico e strumento utile, quindi, a combattere fastidiosi dolori di diversa entità e natura.

Secondo uno studio scientifico realizzato presso l’Università di Greenwich, infatti, la birra può essere paragonata al paracetamolo per l’effetto prodotto ad esempio sul mal di testa, anzi, la sua efficacia risulterebbe ancora più potente, al pari quasi dei farmaci oppiacei.

I dati ottenuti dall’analisi di 18 ricerche conferma che il consumo di due pinte (o bicchieri) di birra può ridurre di un quarto il dolore sofferto.

Perchè? Andando ad aumentare il contenuto di alcol presente nel sangue, la risposta del nostro organismo è quella di aumentare la soglia del dolore consentendoci, quindi, una più facile sopportazione. Come spiegano gli scienziati: <<I risultati suggeriscono che l’alcool è un analgesico efficace che fornisce riduzioni clinicamente significative nei punteggi di intensità del dolore, il che potrebbe spiegare l’abuso di alcol in coloro che hanno un dolore persistente, nonostante le potenziali conseguenze per la salute a lungo termine>>.

Leggi la ricerca  Sani da adulti se "corretti" da piccoli...

Il meccanismo che riduce la senzazione del dolore non è ancora del tutto chiaro agli scienziati. Quello che risulta chiaro, invece, è che l’alcol, soprattutto se consumato in grandi quantità, comporta dei rischi importanti per la nostra salute. Il consiglio, quindi, è che in caso di dolori fastidiosi piuttosto che fermarsi ad un bar per comprare delle birre è sempre meglio consultare il proprio medico sulla terapia più efficace da seguire.