La vita sedentaria ci farà invecchiare!

E non è certo una novità che svolgere attività fisica regolare è un toccasana per la nostra salute, così come, allo stesso tempo, seguire uno stile di vita da “pantofolai” favorisce l’insorgenza di disturbi e malattie anche gravi.

Secondo uno studio scientifico realizzato presso l’Università della California di San Diego e pubblicato sull’American Journal of Epidemiology la vita sedentaria può farci invecchiare più in fretta del normale.

L’allerta, in realtà, riguarda principalmente le donne nella fascia d’età over 60: uno stile di vita sedentario (con un tempo di inattività di circa 10 ore al giorno) favorirebbe l’invecchiamento biologico di almeno 8 anni in più rispetto alla vita anagrafica.

La ricerca ha coinvolto 1500 donne in età tra i 64 e i 95 anni andando a monitorarne l’esercisio fisico giornaliero e la lunghezza dei telomeri, piccoli filamenti che forniscono indicazioni sull’età biologica di una persona (nello specifico più la lunghezza di un telomero si riduce minore è l’aspettativa di vita).

Dai dati ottenuti è emerso che le donne che sono in movimento per un tempo inferiore ai 40 minuti al giorno presentano dei telomeri più corti di chi, invece, è dedita ad un’attività fisica costante e regolare. Come confermano anche gli esperti: <<La nostra ricerca ha provato che le cellule invecchiano precocemente se si conduce una vita sedentaria, ed è noto da tempo che l’età anagrafica non sempre va di pari passo con quella biologica>>.

Il consiglio dei ricercatori, soprattutto per uomini e donne in una fascia d’età adulta, è quello di dedicare anche solo mezz’ora al giorno all’esercizio fisico per evitare questa particolare accellerazione nella riduzione della lunghezza dei telomeri e, di conseguenza, nell’invecchiamento biologico.

Post Correlati

Articolo pubblicato il 24 gennaio 2017 da:

Paolo Carta è nato a Roma il 10 gennaio 1978. Dopo la maturità scientifica consegue un Diploma Universitario per Tecnico Sanitario di Laboratorio presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2008 intraprende la carriera universitaria presso Tor Vergata (Roma) e consegue una laurea specialistica in Biotecnologie Mediche. E’ il responsabile editoriale del portale sin dalla sua messa online.