Obesità, fumo e diabete: cosa ci fa più male?

L’obesità, le sigarette e il diabete rappresentano tre delle principali cause di morte prematura. Quale tra queste, però, è la problematica di salute che provoca un numero maggiore di decessi ogni anno?

Secondo uno studio scientifico condotto presso l’Università di New York l’obesità è la causa più letale, in misura maggiore rispetto alla malattia del diabete o al vizio del fumo.

I ricercatori americani hanno realizzato una simulazione virtuale andando ad analizzare tutti i possibili fattori, tra cui appunto obesità, fumo e diabete, in grado di provocare morti premature negli individui prima del raggiungimento dei 70 anni. Dai risultati ottenuti è emerso che l’obesità è al primo posto, seguito in questa classifica speciale da altre problematiche gravi come diabete, sigarette, pressione alta e colesterolo: l’obesità è il principale fattore di rischio ed è in grado di togliere agli individui circa il 47% di anni di vita.

<<I fattori di rischio comportamentali e modificabili costituiscono dunque un fardello notevole per la mortalità delle popolazioni>>, confermano i ricercatori, ricordando, quindi, che le abitudini di vita non sane e un’alimentazione non corretta aumentano di tanto le percentuali di morte prematura e, di contro, riducono l’aspettativa di vita.