Più pulizia in auto per la salute dei tuoi bambini

Avere un auto splendente o quantomeno mantenuta in uno stato decoroso aiuta ad indentificare l’ordine mentale ed il senso di pulizia di un individuo.

Accumulare avanzi di cibo, lattine, fazzolletti sporchi o cartacce in auto, di contro, sono sinomini di trascuratezza e di non curanza, ma, soprattutto, sono indicatori di un pericolo di salute per tutti i passeggeri del veicolo.

Uno studio singolare condotto dall’Università di Birmingham su un campione di 2000 automobilisti ha provveduto a verificare l’indice di pulizia (e di allerta) all’interno di 20 autovetture rilevando che nella maggior parte di esse si annidano numerosi tipi di batteri e funghi.

L’allarme maggiore riguarda il sediolino montato in auto per i più piccoli, in cui, per ogni centimetro quadrato di estensione i ricercatori hanno evidenziato la presenza di batteri molto pericolosi come quelli della Salmonella o dell’Escherichia coli.

Il confronto con i tamponi analizzati all’interno delle case, inoltre, ha verificato che i seggiolini che vengono utilizzati per la sicurezza dei bambini in macchina sarebbero, in realtà, più sporchi ed “infetti” addirittura della toilette di casa. A questo si aggiunge, ovviamente, l’accumulo di polvere sulle superfici interne dell’auto, altro fattore di allerta salute soprattutto nei bambini.

Oltre a rimuovere i rifiuti abbandonati nel proprio veicolo, il consiglio dei ricercatori è quello di pianificare la pulizia della propria auto con una certa regolarità al fine di eliminare i rischi di salute derivanti dalle contaminazioni di numerosi germi e batteri.

Post Correlati

Articolo pubblicato il 26 agosto 2014 da un nostro autore

Paolo Carta è nato a Roma il 10 gennaio 1978. Dopo la maturità scientifica consegue un Diploma Universitario per Tecnico Sanitario di Laboratorio presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2008 intraprende la carriera universitaria presso Tor Vergata (Roma) e consegue una laurea specialistica in Biotecnologie Mediche. Dal 2014 è Dottore di Ricerca in Biologia e Medicina Sperimentale presso l’ateneo capitolino.