Quanto è pericoloso lo strofinaccio per la nostra salute?

strofinaccio

Lo usiamo un pò per tutto: per asciugare le pentole, per asciugarci le mani, per pulire il tavolo della cucina dalle briciole, sono davvero tanti gli usi che facciamo dello strofinaccio in cucina.

E’ proprio questo consumo “smodato” del canovaccio a renderlo uno strumento particolarmente rischioso per la nostra salute. Secondo gli scienziati dell’Università delle Mauritius, infatti, nella pezza da cucina si annidano centinaia di batteri, alcuni anche estremamente pericolosi.

La ricerca realizzata ha analizzato 100 strofinacci utilizzati per il periodo di un mese. Dai dati raccolti è emerso che il 49% del campione presentava una crescita batterica; di questi il 36,7% riguardava batteri coliformi, come gli Escherichia coli, mentre il 14,3% batteri come lo stafilococco aureo.

I batteri riscontrati sono solo in parte innocui, mentre la maggior parte è in grado di scatenare un’intossicazione alimentare o pericolose infezioni proprio come nel caso dell’E.coli. Secondo la ricerca realizzata, gli strofinacci a più alto potenziale di rischio per la nostra salute sono quelli utilizzati all’interno di famiglie numerose con una presenza di bambini o dove risulta maggiore il consumo alimentare di carne.

A favorire questa proliferazione batterica sono, infatti, le abitudini di scarsa igiene in cucina. Da evitare, soprattutto in famiglie dove sono presenti soggetti deboli come i bambini piccoli o le persone anziane, l’utilizzo a più mani del canovaccio così come anche l’uso degli strofinacci quando sono umidi.

Il consiglio degli scienziati per tutelare la nostra salute da significative infezioni è quello di cambiare regolarmente gli strofinacci e procedere al loro lavaggio ad alte temperature per poterli disinfettare.

E’ buona norma, quindi, evitare l’uso condiviso della pezza con i bambini e prevedere anche più di uno strofinaccio per ciascuna attività in cucina: uno per asciugare le superfici, uno per le mani, uno per trattare gli alimenti crudi che dovranno poi essere cotti.

Post Correlati