L’uso dei social ci conduce a fare delle scelte sbagliate!

social network

Come va ad influenzare il nostro stile di vita l’utilizzo dei nuovi mezzi di comunicazione? Senza dubbio in una maniera enorme, in una misura della quale forse non conosciamo ancora esattamente nè il peso e nè la dimensione.

Di sicuro le opportunità per gli individui offerte dai social network sono innumerevoli e le potenzialità di un loro utilizzo sono, allo stesso modo, in costante evoluzione e crescita.

In questo continuo processo di integrazione e quasi dipendenza con i nuovi sistemi di comunicazione, l’essere umano non può non andare a modificare le proprie abitudini di vita, le proprie scelte, le proprie convinzioni.

Uno studio molto interessante condotto dalla Michigan State University ha voluto analizzare in che modo l’uso dei social network può alterare le capacità decisionali degli individui.

La tesi degli scienziati è semplice: trascorrere ore e ore nell’universo social finisce col renderci meno sicuri e condiziona le nostre scelte.

L’esperimento condotto ha coinvolto 71 persone per mettere in correlazione il tempo trascorso sui social e la loro capacità di prendere decisioni corrette.

Ai soggetti sono stati presentati quattro mazzi di carte, due buoni e due meno buoni. I mazzi buoni definiscono per il soggetto una vincita bassa e una perdita minore, i mazzi meno buoni, di contro, una vincita elevata e una perdita sostanziosa. Ai partecipanti è stato richiesto di prendere una carta ad ogni trial di esperimento con l’obiettivo di fare le scelte giuste per poter guadagnare quanto più possibile.

I risultati ottenuti dallo studio sono stati successivamente comparati con il tempo trascorso dai singoli soggetti sui social ed è emersa una significativa relazione: chi trascorre più tempo su Facebook o Instagram (e simili) è portato ad assumere le scelte peggiori!

I ricercatori hanno verificato che i soggetti tendevano, infatti, a dimenticare l’esperienza pregressa ripetendo l’errore già commesso e generando una nuova perdita.

In qualche modo l’utilizzo dei social può, quindi, generare dei deficit cognitivi alterando le nostre capacità decisionali al pari di farmaci potenti, delle droghe o anche della ludopatia stessa.

I risultati ottenuti dallo studio americano, adesso, dovranno essere confermati con nuove ricerche sull’argomento.

Post Correlati

Post pubblicato il 18 Gennaio 2019 da: