Per il calo del desiderio sessuale maschile la soluzione è la luce…

Il calo del desiderio sessuale, sia nei maschi che nelle femmine, può essere una condizione molto comune e che dipende da numerosi fattori di salute, ma anche da variabili personali o di contesto. Il disturbo sembra coinvolgere buona parte delle persone al di sopra dei 40 anni e, il più delle volte, se non adeguatamente curato va a minare la stabilità della relazione.

Mentre alcuni gruppi di esperti provano ad analizzare le possibili cause del crollo del desiderio sessuale negli individui, per altri l’obiettivo di studio principale è trovare delle soluzioni efficaci per la coppia per poter riaccendere la passione sotto le lenzuola.

Una ricerca scientifica tutta italiana e condotta presso l’Università di Siena ha dimostrato come una risposta ottimale per poter risvegliare l’uomo dal “torpore” sessuale è inondare la stanza da letto di luce.

Il presupposto dello studio condotto è che l’appetito sessuale può variare a seconda delle stagioni e che, quindi, la risposta erotica di un individuo può essere direttamente o indirettamente coinvolta dai livelli di luce presenti. La produzione di testosterone del corpo, infatti, tende a diminuire naturalmente nei mesi da novembre ad aprile, mentre aumenta costantemente con la primavera e l’estate.

Leggi la ricerca  Qual è la durata media di un rapporto sessuale secondo la scienza?

La ricerca ha coinvolto circa 40 soggetti chiedendo ad alcuni di loro di utilizzare ogni mattina una scatola luminosa, un box che viene utilizzato solitamente da chi soffre di disturbo affettivo stagionale. Al termine dello studio chi aveva irradiato la propria stanza con la scatola luminosa presentava dei livelli di testosterone molto più elevati del gruppo di controllo con conseguenti benefici per ciò che riguarda la sfera sessuale. Come confermano anche gli esperti:<<Prima del trattamento i due gruppi avevano in media un punteggio di soddisfazione sessuale di circa 2 su 10; dopo il trattamento chi è stato esposto alla luce ha ottenuto un punteggio di circa 6,3 che corrisponde a un aumento di più di 3 volte. Al contrario, il gruppo di controllo ha mostrato un punteggio medio di solo 2,7>>.

Al momento, secondo i ricercatori, non è ancora possibile parlare di un’efficace terapia sessuale con l’utilizzo di luce artificiale, anche se, come confermano anche i dati ottenuti, le risposte dello studio sembrano andare verso quella direzione.