Qual è la durata media di un rapporto sessuale secondo la scienza?

Siamo, forse, finalmente arrivati alla ricerca delle ricerche, a quello che potremmo chiamare lo studio supremo. Quanti di voi si saranno chiesti almeno una volta se la propria performance sessuale potesse considerarsi quantomeno nella norma? O magari eccelsa, o, perchè no, deficitaria?

Sappiamo benissimo che non è di certo la durata del rapporto sessuale a garantirne l’efficacia, ma se dovesse tornare utile a qualcuno, finalmente abbiamo rinvenuto un dato scientifico di paragone con il quale potersi confrontare e valutare le proprie abilità a letto.

Una ricerca scientifica condotta in Australia ha stimato che un rapporto sessuale ha una durata media di 5,4 minuti: al di sopra si è campioni, al di sotto bisognerebbe cercare di migliorarsi. Lo studio ha coinvolto 500 coppie provenienti da diverse parti del mondo dotando ciascuna di esse di un cronometro per misurare la performance sessuale effettiva, ovvero dal momento della penetrazione fino all’eiaculazione maschile.

Leggi la ricerca  Ecco perchè l'orgasmo vaginale non può esistere

La ricerca ha registrato, ovviamente, dei tempi differenti tra le coppie andando a decretare una media globale che, appunto, si attesta su poco più di 5 minuti. Alcuni dati interessanti estrapolati dallo studio: per le coppie turche la durata del rapporto è risultata più breve del normale, altri Paesi, invece, come Spagna, Inghilterra o Stati Uniti sembrano di gran lunga più abituati a dei rapporti prolungati. Altro dato da prendere in considerazione riguarda la fascia d’età dei soggetti: più la coppia è avanti con l’età, infatti, più breve è l’atto sessuale e non viceversa.

Una scoperta singolare realizzata dallo studio è che non esistono particolare differenze se la coppia fa o meno uso del preservativo o se il maschio è circonciso: nonostante le variabili rilevate durante la sperimentazione delle coppie la durata dell’atto conferma un valore che, nonostante alcuni inconvenienti o piacevoli sorprese, sembra effettivamente ricorrente.