Combattere l’obesità dei piccoli con qualche ora di più di sonno

Come scoraggiare l’obesità nei più piccoli? Semplice, manipolando i ritmi giornalieri di veglia e sonno dei bambini. Una causa principale dell’obesità è, secondo i pediatri, proprio la carenza di sonno giornaliero che induce i piccoli a mangiare di più del necessario.

La ricerca scientifica condotta dal Chantelle Hart del Center for Obesity Research and Education della Temple University ha analizzato i comportamenti e le abitudini giornaliere di alcuni bambini in sovrappeso tra gli 8 e gli 11 anni. Lo studio ha modificato i ritmi di vita dei bambini in 3 settimane differenti di osservazione: nella prima settimana di studio i piccoli hanno dormito seguendo le proprie abitudini, nella seconda settimana hanno dormito di più del normale e nella terza, invece, di meno.

Leggi la ricerca  Si può quantificare il "giusto sonno"?

Dall’analisi è emerso che nella settimana in cui i bambini hanno dormito di più, il loro peso era minore anche perchè assumevano meno calorie al giorno. La ricerca, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Pediatrics, ha dimostrato, quindi, la concreta influenza dei ritmi di sonno-veglia sull’alimentazione infantile e le possibilità di ottenere un particolare dimagrimento mediante l’aumento delle ore di sonno.