Il perchè dell’insonnia

Una ricerca scientifica per spiegare cosa accade nel cervello di chi soffre d’insonnia, un disturbo notturno che colpisce cira il 15% della popolazione e che si manifesta con l’impossibilità di addormentarsi o di dormire per un tempo almeno ragionevole durante le ore notturne.

I ricercatori dell’Università Johns Hopkins hanno provato a spiegare i meccanismi cerebrali che si nascondono dietro il disturbo del sonno affermando che l’insonnia è una condizione del cervello che ne determina un’attività costante per 24h. La ricerca pubblicata sulla rivista Sleep ha preso in esame 28 volontari, di cui 18 affetti dal disturbo dell’insonnia. I partecipanti sono stati sottoposti ad uno studio neurologico dal quale è emerso che esistono delle consistenti differenze cerebrali che sono correlate all’insonnia: la corteccia motoria di chi è affetto da insonnia è piu’ plastica rispetto a quella degli individui che dormono bene ed i neuroni presenti nella regione cerebrale sono maggiormente attivi. Secondo i ricercatori una causa principale del disturbo potrebbe essere legata ad una maggiore eccitabilità dei neuroni che constringono il cervello ad una continua prova di elaborazione delle informazioni interferendo, quindi, con la fase di riposo del sonno.

  • Ricerca di: Università Johns Hopkins
  • Pubblicata su: Sleep
  • Conclusione: Scoperte alcune differenze cerebrali possono determinare il disturbo del sonno
Leggi la ricerca  Attenti alla luce degli ebook che non vi farà dormire...