Bere alcol aumenta il rischio di cancro!

alcol

Bere alcol fa male alla nostra salute, lo sappiamo, ed è fortemente consigliato evitare l’abuso di bevande alcoliche.

Un nuovo studio condotto in laboratorio dai ricercatori dell’MRC Laboratory of Molecular Biology a Cambridge, in Gran Bretagna, ha dimostrato come il consumo di alcool aumenta il rischio di cancro.

Come? Modificando in modo permanente il Dna delle cellule staminali che producono il sangue rendendole maligne. Come spiegano gli esperti: <<Alcuni tumori si sviluppano a causa del danneggiamento del Dna delle cellule staminali. Mentre alcuni danni si verificano per caso, i nostri risultati suggeriscono che bere alcolici può aumentare il rischio di sperimentare questi danni>>.

Per giungere a questa conclusione gli scienziati hanno realizzato una sperimentazione sui topi, i cui dati sono stati poi pubblicati sulla rivista di settore Nature. Ai roditori è stato somministrato dell’etanolo, sostanza che è alla base di tutte le bevande alcoliche. Successivamente è stato sequenziato il Dna degli animali per verificare il danno genetico causato dall’acetaldeide, una sostanza chimica nociva che viene prodotta dal corpo durante l’assorbimento dell’alcol.

Da qui la scoperta che l’acetaldeide è in grado di alterare le sequenze del Dna delle cellule staminali del sangue aumentando il rischio di sviluppare il cancro.

Sono ben sette le tipologie di cancro collegabili all’assunzione di alcool: tumore alla bocca, alla gola, alla laringe, all’esofago, alla mammella, al fegato e all’intestino.

Il nostro organismo, comunque, prevede delle linee di difesa per proteggersi dal cancro: dei veri e propri sistemi di riparazione del Dna che, nella maggior parte dei casi, consentono di correggere gli eventuali danni genetici.

Non sempre, però, i metodi di difesa utilizzati dalle cellule funzionano bene perchè alcuni soggetti sono portatori di mutazioni genetiche che impediscono di eseguire le riparazioni. Nessuno può sentirsi completamente immune dal rischio e come confermano i ricercatori, infatti: <<è importante ricordare che l’alcol e i sistemi di riparazione del Dna non sono perfetti e che l’alcol può provocare il cancro in diversi modi, anche nelle persone che possiedono meccanismi di difesa intatti>>.

Post Correlati

Articolo pubblicato il 5 gennaio 2018 da:

Paolo Carta è nato a Roma il 10 gennaio 1978. Dopo la maturità scientifica consegue un Diploma Universitario per Tecnico Sanitario di Laboratorio presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2008 intraprende la carriera universitaria presso Tor Vergata (Roma) e consegue una laurea specialistica in Biotecnologie Mediche. E’ il responsabile editoriale del portale sin dalla sua messa online.