La scienza ha scoperto come neutralizzare l’invisibilità delle cellule tumorali!

invisibilità

Una delle principali difficoltà nella cura dei tumori è riuscire ad individuare per tempo le cellule malate.

Il più delle volte, infatti, le cellule tumorali tendono a nascondersi al sistema immunitario riuscendo a crescere e proliferare nel nostro organismo in maniera del tutto indisturbata.

Come? Mediante una sorta di mantello dell’invisibilità che permette alle cellule malate di confondersi tra quelle in salute.

Un team di ricercatori dell’Università della California, però, sembra aver individuato un meccanismo in grado di disattivare questo mantello dell’invisibilità. Come spiegano gli scienziati: <<Abbiamo capito come le cellule dei tumori producono specifiche proteine importanti per la loro crescita: una di queste è la proteina PD-L1 che rende le cellule cancerogene invisibili dall’attacco del sistema immunitario>>.

E’ la proteina PD-L1 prodotta dalle cellule cancerogene a favorirne la mimetizzazione evitando un attacco immediato da parte del sistema immunitario.

Lo studio pubblicato sulla rivista Nature Medicine ha l’obiettivo di inibire la produzione della proteina d’invisibilità per facilitare l’individuazione delle cellule malate.

Il composto realizzato dagli scienziati e che potrebbe essere in grado di bloccare questo processo è attualmente in sperimentazione sui roditori affetti da tumore al fegato.

Già in passato altri studi scientifici avevano tentato di colpire il mantello di invisibilità delle cellule, non riuscendo ad ottenere, però, gli effetti sperati soprattutto su una tipologia di tumori aggressivi come appunto quello al fegato. Questa nuova ricerca potrebbe rappresentare adesso un passo in avanti nella lotta al cancro.

Post Correlati

Post pubblicato il 16 Gennaio 2019 da: