La vitamina C può aiutare a combattere il cancro

La vitamina C può aiutare davvero nella lotta contro il cancro? Si, ma solo se iniettata per endovena e non assunta, come di norma, per via orale. E’ questa la tesi dei ricercatori dell’Università del Kansas che hanno voluto saggiare l’effettivo beneficio della vitamina C nelle cure tumorali.

Fino ad ora gli studi esistenti hanno analizzato una scarsa efficacia delle vitamine assunte per via orale, ma il punto cruciale, secondo i ricercatori americani, è proprio questo: la modalità di assunzione per endovena garantisce alla vitamina un maggior assorbimento dell’organismo determinando, di fatto, dei concreti effetti antitumorali. La ricerca scientifica, publicata su Science Translational Medicine, è stata condotta sui topi e sulle cellule tumorali umane in laboratorio, ma anche su pazienti affetti da carcinoma ovarico avanzato. Tutti i test hanno dimostrato che le cellule tumorali trattate con vitamina C erano sensibili al trattamento ed i pazienti sottoposti a chemioterapia, inoltre, hanno confermato un numero ridotto di effetti collaterali dopo l’assunzione della vitamina.

  • Ricerca di: Università del Kansas
  • Pubblicata su: Science Translational Medicine
  • Conclusione: La vitamina C assunta per via endovenosa ha effetti entitumorali

 

Post Correlati

Articolo pubblicato il 10 febbraio 2014 da un nostro autore

Paolo Carta è nato a Roma il 10 gennaio 1978. Dopo la maturità scientifica consegue un Diploma Universitario per Tecnico Sanitario di Laboratorio presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2008 intraprende la carriera universitaria presso Tor Vergata (Roma) e consegue una laurea specialistica in Biotecnologie Mediche. Dal 2014 è Dottore di Ricerca in Biologia e Medicina Sperimentale presso l’ateneo capitolino.