Individuata la molecola di Rna responsabile della proliferazione del tumore all’ovaio

Una ricerca scientifica condotta sull’asse Italia-USA potrebbe aver individuato la molecola responsabile della proliferazione delle metastasi del tumore all’ovaio. Sarebbe, infatti, una molecola di Rna, la mir-181a, a determinare la resistenza alle terapie antitumorali e conseguentemente la sopravvivenza o meno delle pazienti.

Lo studio coordinato dall’Irccs-Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Milano e pubblicato sulla rivista americana Nature Communications ha evidenziato come la natura di mir-181a fosse correlata alla proliferazione del tumore e che a livelli superiori di una sua espressione corrispondeva una rapidità di espansione del carcinoma ed una maggiore resistenza delle cellule tumorali. Questa ipotesi ha trovato riscontro in due serie differenti di pazienti, sia in Italia presso l’Ospedale San Gerardo di Monza che presso il Mount Sinai di New York in America. Si è potuto osservare, inoltre, nei topi trapiantati con tumori umani dell’ovaio che aumentando l’espressione di mir-181a le cellule di carcinoma dell’ovaio diventano, di fatto, più aggressive, e vanno a formare un numero di metastasi maggiore diventando insensibili alle terapie farmacologiche.

  • Ricerca di: Irccs-Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Milano
  • Pubblicata su: Nature Communications
  • Conclusione: Individuata la molecola mir-181a responsabile del tumore all’ovaio

Post Correlati

Articolo pubblicato il 8 gennaio 2014 da un nostro autore

Paolo Carta è nato a Roma il 10 gennaio 1978. Dopo la maturità scientifica consegue un Diploma Universitario per Tecnico Sanitario di Laboratorio presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2008 intraprende la carriera universitaria presso Tor Vergata (Roma) e consegue una laurea specialistica in Biotecnologie Mediche. Dal 2014 è Dottore di Ricerca in Biologia e Medicina Sperimentale presso l’ateneo capitolino.