Perchè non bisognerebbe bere il the caldo?

tè

Chi di noi non ha ancora ceduto, soprattutto in questi ultimi giorni di freddo intenso, ad una bollente tazza di the per potersi riscaldare?

Il tè fa bene alla nostra salute, lo sappiamo, favorisce numerosi benefici per il nostro organismo, ma va consumato con una particolare accortezza: non bisognerebbe mai bere il tè caldo!

Secondo uno studio condotto dai ricercatori della National Natural Science Foundation of China, infatti, si deve lasciar raffreddare la tazza di the prima di berla perchè il tè caldo aumenta il rischio di cancro all’esofago.

Gli scienziati hanno analizzato lo stato di salute di più di 450 mila persone, nella fascia d’età tra 30 e 80 anni, per una media di tempo di circa 9 anni. Dai dati raccolti è emersa una singolare correlazione tra tre particolari elementi: il tè caldo, l’alcol e il fumo.

Per chi era abituato a bere tè bollente, in aggiunta al consumo di alcol e di sigarette, il rischio di cancro all’esofago era di 5 volte maggiore rispetto alla norma. Perchè? Come ci spiegano gli esperti: <<Le bevande molto calde potrebbero rendere l’esofago più vulnerabile agli agenti cancerogeni noti come fumo e alcol. Irritare la mucosa dell’esofago potrebbe portare a un aumento dell’infiammazione e i liquidi troppo caldi possono compromettere la funzione di barriera delle cellule che rivestono l’esofago, lasciando il tessuto più predisposto ad essere attaccato da altri agenti cancerogeni>>.

E’ la combinazione di te, alcol e fumo a determinare una maggiore incidenza della neoplasia, fermo restando, comunque, che tutte queste abitudini, anche prese singolarmente, possono determinare delle problematiche di salute. Sappiamo ovviamente quanto sia l’alcol che il fumo possano farci male, e altri studi scientifici realizzati in passato hanno già condiviso la tesi che bere delle bevande molto calde (superiori ai 65°) può provocare di per sè un cancro all’esofago.

Post Correlati

Articolo pubblicato il 7 febbraio 2018 da:

Paolo Carta è nato a Roma il 10 gennaio 1978. Dopo la maturità scientifica consegue un Diploma Universitario per Tecnico Sanitario di Laboratorio presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2008 intraprende la carriera universitaria presso Tor Vergata (Roma) e consegue una laurea specialistica in Biotecnologie Mediche. E’ il responsabile editoriale del portale sin dalla sua messa online.