Quanto può far male usare un colluttorio?

Se ne parla già da tempo delle attenzioni che bisognerebbe avere nel dosare l’uso del colluttorio, ma una recente ricerca scientifica ha nuovamente puntato il riflettore sui benefici, più o meno condivisibili, dell’utilizzo del colluttorio per l’igiene orale. Sono i ricercatori scozzesi della University of Glasgow Dental School ad alzare ancora il livello di attenzione sul legame colluttorio-cancro alla bocca e sull’ipotesi che un suo uso frequente è dannoso per la nostra salute.

Lo studio che ha confermato tesi già note nell’ambiente è stato pubblicato sulla rivista Oral Oncology portando alla condivisione dei risultati di una ricerca condotta su più di 1900 pazienti, provenienti da diversi centri medici del mondo, tutti affetti da tumore al cavo orale. L’allarme riguarda, ovviamente, i colluttori a base di alcol e le persone che ne fanno un uso continuo per 3 o più volte al giorno. Nonostante la continua diatriba sulla veridicità o meno di un rischio aumentato di contrarre un cancro alla bocca con i collutori contenenti alcol, numerose case del settore hanno provveduto, intanto, ad eliminare la quota alcol dalla composizione dei propri prodotti. Il consiglio dei medici, comunque, è quello di evitare l’uso abitudinario del colluttorio o comunque di sospenderlo a favore di un’efficace igiene orale ottenuta con il solo impiego di spazzolino, dentifricio al fluoro e filo interdentale.

  • Ricerca di: University of Glasgow Dental School
  • Pubblicata su: Oral Oncology
  • Conclusione: Esiste un legame tra colluttorio e rischio di tumore alla bocca

Post Correlati

Articolo pubblicato il 7 aprile 2014 da:

Paolo Carta è nato a Roma il 10 gennaio 1978. Dopo la maturità scientifica consegue un Diploma Universitario per Tecnico Sanitario di Laboratorio presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2008 intraprende la carriera universitaria presso Tor Vergata (Roma) e consegue una laurea specialistica in Biotecnologie Mediche. E’ il responsabile editoriale del portale sin dalla sua messa online.