suoni rosa

Ascoltare suoni rosa potenzia la tua memoria!

Acoltare un rumore rosa durante la fase di sonno può incrementare (e non poco) le nostre capacità di memoria: ne sono convinti i ricercatori della NorthWestern University di Chicago che hanno condotto uno studio di stimolazione sonora, poi pubblicato sulla rivista scientifica Frontiers in Human Neuroscience.

Ma cosa sono i rumori rosa? I suoni rosa sono dei suoni dolci, composti da elementi a bassa frequenza ma con potenza maggiore, tecnicamente differenti dai suoni bianchi (quelli rilassanti per intenderci), ma, allo stesso modo, udibili come rumori continui. Un suono rosa è il rumore delle onde del mare che si infrangono sulla spiaggia, ad esempio, così come anche il rumore delle acque di una cascata.

Secondo gli esperti i suoni rosa hanno la capacità di prolungare la fase del sonno profondo favorendo le prestazioni dell’area del cervello demandata ai ricordi.

Leggi la ricerca  La voce delle donne provoca stanchezza negli uomini

La sperimentazione è stata condotta su alcune persone anziane stimolate mediante l’utilizzo di uno strumento in grado di emettere suoni rosa ed attivato durante le ore notturne. I risultati ottenuti hanno dimostrato che i soggetti anziani, le cui capacità di memoria risultano ridotte col passare degli anni, erano in grado di ricordare tanto di più rispetto alla media. I punteggi dei test cognitivi hanno confermato, infatti, dei valori triplicati di performance di memoria nel confronto pre/post stimolazione sonora.

I ricercatori, inoltre, confermano un duplice vantaggio in tutte le persone soggette alla sperimentazione sonora: un miglioramento nelle facoltà cerebrali, come detto, ma anche un sonno più lungo e riposato.