La musica pop per recuperare da un trauma cerebrale

Chissà cosa penseranno le regine del pop mondiale come Lady Gaga o Madonna dello studio scientifico condotto dall’Università di Lille e dall’Università di Newcastle in Australia e pubblicato sulla rivista Neuropsychological Rehabilitation.

Scopo della ricerca scientifica era verificare i benefici dell’ascolto di musica pop per recuperare la memoria dopo un trauma. I ricercatori hanno analizzato i casi di cinque persone con traumi cerebrali differenti, confrontando, poi, i risultati ottenuti con quelli di cinque persone sane. Ai dieci soggetti sono state fatte ascoltare delle canzoni, scelte tra quelle che avevano avuto un maggior “peso” nella vita di ciascuno, chiedendo, poi, quali ricordi (di una persona cara, di un luogo particolare, di un episodio…) quell’ascolto richiamasse loro nella mente. Verificando il recupero dello stesso ricordo per entrambi i gruppi di ascolto, i ricercatori hanno potuto concludere come la musica pop fosse un input efficace per le persone affette da amnesie per poter ripristinare la memoria persa.

  • Ricerca di: Università di Lille, Università di Newcastle
  • Pubblicata su: Neuropsychological Rehabilitation.
  • Conclusione: La musica pop terapeutica per le persone affette da amnesie

Post Correlati

Articolo pubblicato il 13 dicembre 2013 da:

Paolo Carta è nato a Roma il 10 gennaio 1978. Dopo la maturità scientifica consegue un Diploma Universitario per Tecnico Sanitario di Laboratorio presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2008 intraprende la carriera universitaria presso Tor Vergata (Roma) e consegue una laurea specialistica in Biotecnologie Mediche. E’ il responsabile editoriale del portale sin dalla sua messa online.