Perdita dell’udito? Un nuovo rimedio può riparare le cellule dell’orecchio!

perdita di udito

La perdita di udito è una delle principali conseguenze della vecchiaia: con il passare degli anni, infatti, le cellule dell’orecchio tendono a danneggiarsi compromettendo la nostra capacità di ascoltare suoni o voci.

Un problema reale nella possibilità di andare a curare le cellule danneggiate è l’incapacità di raggiungere la profondità dell’orecchio con un farmaco in grado di far recuperare la perdita dell’udito.

Una nuova ricerca pubblicata sulla rivista Bioconiugate Chemistry condivide, però, la scoperta di un nuovo approccio scientifico in grado di utilizzare un farmaco che può curare le cellule dell’orecchio e che, promette, quindi, una migliore qualità di vita per il futuro.

Come spiegano i ricercatori: <<Quello che c’è di nuovo è che abbiamo capito come somministrare un farmaco all’interno dell’orecchio in modo che non si disperda e faccia quello che dovrebbe fare>>. Come detto, infatti, la difficoltà è che dentro la parte interna dell’orecchio c’è del fluido che scorre costantemente e che spazza via i farmaci disciolti rendendo inefficace qualsiasi rimedio di cura.

Per riuscire a recuperare la perdita di udito gli scienziati hanno individuato un nuovo metodo di somministrazione del farmaco attraverso la coclea, una struttura a forma di chiocciola che si trova nell’orecchio interno.

Il farmaco somministrato “si attacca” alle ossa fornendo una proteina fondamentale per lo sviluppo e la funzione del sistema nervoso e riparando, quindi, sia le cellule ciliate presenti nell’orecchio interno che i neuroni stessi.

I risultati di sperimentazione ottenuti in laboratorio su tessuti animali sono estremamente positivi. <<E’ una prova di principio per un nuovo approccio che è estremamente promettente>>, spiegano gli studiosi, perchè c’è tanta somiglianza tra le cellule e i meccanismi coinvolti nel processo e quelli degli esseri umani.

Post Correlati

Articolo pubblicato il 23 maggio 2018 da:

Paolo Carta è nato a Roma il 10 gennaio 1978. Dopo la maturità scientifica consegue un Diploma Universitario per Tecnico Sanitario di Laboratorio presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2008 intraprende la carriera universitaria presso Tor Vergata (Roma) e consegue una laurea specialistica in Biotecnologie Mediche. E’ il responsabile editoriale del portale sin dalla sua messa online.