Hiv: arriva la cura che cancella il virus!

Quanti sono, ad oggi, gli studi scientifici attivi nella ricerca di una cura definitiva per il virus dell’Hiv? Gli sforzi della ricerca in questo settore sono davvero molteplici e noi stessi, diverse volte, abbiamo tentato di aggiornarvi sui progressi in merito e sulle novità delle terapie sperimentali contro il virus dell’AIDS.

Ha destato enorme soddisfazione e curiosità, se non addirittura una motivata speranza, la novità scientifica che arriva dalla comunità dei ricercatori britannici. Una ricerca condotta in collaborazione fra le più importanti università inglesi ha raggiunto dei risultati davvero sorprendenti su un paziente sieropositivo: uno dei soggetti coinvolti dalla sperimentazione, infatti, non presenta più alcun segno del virus dopo la terapia applicata. <<Ho fatto gli ultimi esami del sangue due settimane fa e non c’era traccia del virus. Ho partecipato all’esperimento per aiutare me stesso e gli altri. Sarebbe un grande successo se, dopo tutti questi anni di ricerche, venisse trovata una cura per liberare la gente da questa malattia. Il fatto di essere parte del progetto mi sembra incredibile>>, racconta entusiasta lo stesso paziente.

Il cocktail di farmaci utilizzati dai ricercatori inglesi mette in atto un processo clinico chiamato “kick and kill”, ovvero dai un calcio al virus e poi uccidilo. La terapia, infatti, riesce ad ingannare il virus inducendolo ad emergere dalle cellule dormienti in cui si cela e poi mette in moto il sistema immunitario per distruggerlo. Il problema principale, infatti, del virus dell’Hiv è che è capace di nascondersi nelle cellule dell’uomo per anni, per poi comparire all’improvviso avviando la progressione della malattia.

Quali sono i risultati ottenuti dalla nuova cura realizzata sotto il coordinamento dell’NHS, il sistema sanitario nazionale britannico? Come confermano i ricercatori la sperimentazione realizzata con l’utilizzo di farmaci antiretrovirali ha raggiunto traguardi molto positivi in laboratorio e, adesso, sembra consolidare i medesimi risultati anche con gli esseri umani.

La sperimentazione potrà continuare per i prossimi anni cercando nuove conferme di cura: intanto è richiesta la massima cautela sulle possibili evoluzioni del caso, ma, forse, una possibile cura per l’Hiv, la sindrome da immunodeficienza, sembra essere più vicina di quanto si possa immaginare!