intelligenza nelle pupille

Pupille più grandi? Un segnale di intelligenza…

E non saranno più i test d’intelligenza a decidere chi è davvero un genio e chi lo è un pò meno: da adesso basterà semplicemente guardare dritto negli occhi della persona che stiamo esaminando.

Perchè? Perchè secondo i ricercatori scientifici della Georgia Institute of Technology, l’intelligenza di una persona si può leggere negli occhi e, nello specifico, nella grandezza delle sue pupille.

Lo studio condotto in Georgia e che ha coinvolto più di 500 persone ha dimostrato come la grandezza delle pupille possa essere un valido indicatore dell’intelligenza di un individuo. Ai partecipanti alla ricerca è stato richiesto di sottoporsi a dei test cognitivi in grado di misurare le capacità mentali di ciascuno: dai risultati è emersa una particolare correlazione tra performance migliori e pupille di dimensioni maggiori. In pratica: punteggi migliori ai test se si hanno pupille più grandi e, vicevera, punteggi peggiori con pupille più piccole o comunque di dimensioni normali.

Leggi la ricerca  Fare sesso fa bene alla salute degli over 50...

Quale potrebbe essere la spiegazione di un simile legame scientifico? Secondo i ricercatori il nesso è da individuare nella zona del locus coeruleus, un’area cerebrale che mette in contatto la pupilla con l’attività del cervello. Proprio il locus coeruleus, infatti, è in comunicazione diretta con il lobo prefrontale del cervello che è la sede delle nostre principali funzioni cognitive e quindi dell’intelligenza stessa.