Perchè bisogna conservare i denti da latte?

denti da latte

Cosa ne fate dei dentini da latte dei vostri bambini?

Conosciamo tutti la storia della fatina o anche del topino dei denti che in cambio di un dentino appena caduto offre al bimbo un piccolo dono.

E sappiamo benissimo come il dentino scompaia magicamente durante la notte da sotto il cuscino del piccolo mentre egli dorme, quello che non sappiamo, però, è che fine farà quel dentino?

C’è chi li getta, c’è chi li conserva, magari custodendo solo i primi denti caduti del figlio ma non di certo tutti.

Secondo la ricerca, però, conservare i dentini da latte può risultare un aiuto essenziale per la salute dei nostri bambini. Perchè?

Secondo uno studio del National Center for Biotechnology, infatti, i denti da latte contengono cellule staminali non contaminate da fattori esterni e quindi potenzialmente più efficaci di altre nel rigenerare le cellule del nostro corpo.

Ad oggi, infatti, la fonte principale di cellule staminali è il midollo osseo che, come sappiamo, non è di facile accesso.

I denti da latte, da questo punto di vista, rappresenterebbero una radice essenziale di cellule staminali.

E’ ovvio, però, che per consentire alle cellule staminali di conservarsi in maniera corretta è necessario custodire i denti da latte in maniera impeccabile in modo che, quando prelevate, le staminali siano del tutto integre e soprattutto utili alla funzionalità di rigenerazione.

Al momento lo studio condotto rappresenta solo un’ipotesi scientifica che, magari, in un prossimo futuro, può dar vita ad una soluzione di salute efficace, ad esempio, nella lotta al cancro.

Post Correlati

Post pubblicato il 2 Aprile 2019 da: